Law firm

Studio legale Torino e diritto

È divertente come puoi andare per la strada, o puoi sentire nella tua vita quotidiana come le persone intorno a noi (inclusi noi stessi, in più occasioni) si fanno male e si fanno vedere di fronte alle realtà sofferenti del nostro paese e della nostra città www.legale-torino.it. Quindi, chiediamo la protezione dei diritti che ci sono stati concessi osservando costituzionalmente e legalmente come il difetto è negli altri, quindi molto spesso ci troviamo a dover richiedere assistenza a uno . Questa è la realtà che molti di noi Ci rifiutiamo di riconoscere, omettere o semplicemente nasconderci dietro la presunta innocenza e puntare il dito contro le diverse circostanze che, sebbene siano trascendenti nel paese, non sono una scusa per non vedere la scheggia nei nostri occhi, ma nella nostra Costituzione ci sono concessi una serie di diritti che hanno una protezione speciale, rafforzata e immediata, la cui responsabilità nell’esercizio di tale protezione, garantendo il loro rispetto e permettendo il loro effettivo godimento è a capo dello Stato.

Studio legale di consulenza

Pertanto, chiediamo assoluta presenza ed efficacia nel loro lavoro, senza renderci conto che lo Stato e la Nazione sono tutti, e siamo chiamati a contribuire al miglioramento delle nostre condizioni.
Quindi, siamo tutti chiari e invochiamo come standard Questo catalogo di diritti, tuttavia, sembra soffrire, come società, di un male terribile: dimentica che, se chiediamo diritti rispetto allo stato e agli altri, abbiamo anche doveri che la stessa lettera politica ci ha imposto come cittadini: Articolo 95 della Costituzione politica

Tale norma stabilisce nove doveri primari per ogni cittadino colombiano: I) non abusando del proprio diritto, II) il principio di solidarietà sociale, III) il dovere di collaborare con le autorità, IV) difendere e diffondere i diritti umani, V) partecipazione civica, politica e comunitaria, VI) sforzarsi di raggiungere e mantenere la pace, VII) collaborare per il corretto funzionamento dell’amministrazione giustizia, VIII) proteggere le risorse naturali e l’ambiente, e IX) pagare le tasse.

È necessario per noi, cittadini, chiederci coscienziosamente: svolgiamo questi doveri nella nostra vita quotidiana ?, insegniamo al nostro famiglie per incontrarli? Siamo anche consapevoli che abbiamo anche dei doveri? La risposta sarà data da ciascun lettore. Tuttavia, come società abbiamo fatto progressi sotto il nostro attuale ordine costituzionale che, diversi anni fa, sembrava distante e ora è un inizio: la legge 581 del 2000 (legge sulle quote), il controllo dei cittadini attraverso la supervisione e il consolidamento del Ministero pubblico per la promozione e la difesa dei diritti umani, il nostro promettente ma promettente Accordo di pace con le Farc, tra molti altri.

Com’è facile insegnare dalle nostre case a non abusare del nostro diritto e insegnare loro che questioni come il voto hanno due lati: un diritto e un dovere del cittadino. È essenziale avere una concezione di stato e nazione dalle nostre case. Il governo, il legislatore e le alte corti possono attuare un’infinità di decisioni, politiche e piani d’azione, creare nuove istituzioni, regolamentare instancabilmente

Come trovare un ottimo perito SEO secondo Google

Ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca, soprattutto su Google, è quello che tutti noi vogliamo quando lanciamo un sito web o un blog. Dopo tutto, per raggiungere gli obiettivi di un sito, qualunque essi siano, abbiamo bisogno che gli utenti ci trovino.

Ottimizzare il tuo sito web e lavorare con un consulente perito SEO è una parte fondamentale per permettere ai motori di ricerca di indicizzare il tuo sito web in una buona posizione ed essere quindi trovati facilmente dagli utenti nelle loro ricerche www.francodane.it.

Tuttavia, nonostante l’importanza di migliorare la SEO, è molto difficile tenere il passo con le tendenze di posizionamento. Ecco perché molte agenzie web assumono consulenti SEO ed esperti per guidarli in questo campo in evoluzione.

Google, consapevole di questa esigenza da parte dei brand, fornisce i propri consigli nella Guida alla Console di Ricerca con cui trovare un buon freelance compreso nel SEO.

SEO è qualcosa che amo e dobbiamo mettere un sacco di valore. Oggi vi presento quindi una sintesi dei punti chiave da tenere a mente.

Perché dovreste avere un consulente SEO nella vostra azienda?

Prima di approfondire come trovare e assumere un consulente SEO professionale, penso che si dovrebbe sapere esattamente che cos’è il SEO e quali sono i suoi benefici.

  • SEO è posizionamento nei motori di ricerca o ottimizzazione dei motori di ricerca. Cioè, è il processo di migliorare la visibilità di un sito web nei risultati organici dei diversi motori di ricerca. Google, il motore di ricerca più popolare, tiene conto di molti aspetti all’interno di un sito per decidere la sua posizione per le ricerche correlate.
  • Ci sono due termini che riassumono bene tutto ciò che Google prende in considerazione per posizionare un sito web: autorità e rilevanza.
  • Autorità: Si riferisce a tutte le tecniche che migliorano la popolarità di un sito web: linkbuilding, strategia di social networking, newsletter, ecc.
  • Pertinenza: si riferisce alla qualità dei contenuti. Se quando un utente effettua una ricerca di parole chiave relative al tuo sito, il tuo contenuto è migliore di quello della concorrenza, il tuo sito sarà posizionato meglio.
  • Lavorare al SEO del tuo sito web è il modo migliore per gli utenti di trovarti attraverso le ricerche. E ‘importante che il consulente esperto nel posizionamento SEO (freelance o interno) che si sceglie conosca bene le tecniche e gli sviluppi del settore.Le azioni relative alla SEO mostrano i loro risultati a medio termine, in quanto richiedono tempo per produrre i loro effetti. Se non è un buon professionista che si sceglie, il tuo sito web può essere danneggiato, e non si rendono conto fino a quando un considerevole periodo di tempo è passato.

Compiti del perito SEO

  • Tra i suggerimenti che Google dà da prendere in considerazione quando si assume un consulente SEO esperto nel settore, ha sviluppato un elenco di compiti che questo professionista dovrebbe svolgere.A seconda della situazione di ogni marchio e del suo sito web, l’elenco può essere più o meno esteso, ma queste sono le azioni che Google ritiene essenziali:
  • Revisione del contenuto e della struttura del sito: lo specialista SEO non deve essere quello che scrive i contenuti, ma quello che li rivede per vedere che sono orientati verso gli obiettivi SEO. Si dovrebbe anche controllare il codice del sito web o blog.
  • Assistenza tecnica nello sviluppo di siti web: Conoscendo le tendenze in SEO, si dovrebbe essere in grado di consigliare su hosting, reindirizzamenti, pagine di errore, l’uso di JavaScript, ecc.
  • Ricerca sulle parole chiave: è lui che deve conoscere le parole chiave più ricercate, la concorrenza, l’evoluzione di ciascuna di esse, ecc. e le possibilità dell’azienda di posizionarsi.
  • Collaborazione nello sviluppo dei contenuti: Non sei tu a dover sviluppare alcun tipo di contenuto, ma devi aiutare nella strategia delle parole chiave da usare.
  • Gestione delle campagne di sviluppo del business online: se il marchio sta per lanciare una campagna pubblicitaria, ad esempio banner su altri siti, il consulente professionale SEO deve gestire le landing page, i siti in cui si trovano, la rilevanza dei clic, ecc.
  • Esperienza in mercati e regioni geografiche specifici: la SEO deve essere lavorata nell’ambito di ciascun marchio. Pertanto, l’esperto responsabile dovrebbe essere quello che conosce bene la situazione del mercato in questo settore e la concorrenza diretta, in termini di parole chiave e posizionamento.
  • Formazione SEO: oltre al resto dei compiti, l’esperto assunto deve essere impegnato ad essere sempre aggiornato e consapevole dei cambiamenti nell’algoritmo di Google.

Suggerimenti su Google per trovare un consulente SEO professionale

Il motore di ricerca di Google è in continua evoluzione per garantire i migliori risultati in ogni ricerca. Pertanto, fornisce tutti i tipi di strumenti e consigli ai webmaster di ogni pagina web, in modo che possano utilizzarli e ottimizzare i loro siti.

Assumere un esperto o avere i servizi di un consulente freelance SEO è una decisione molto importante che può migliorare un sito e risparmiare tempo, anche se è anche un rischio se il professionista non ha abbastanza esperienza.

Se si utilizzano tecniche dannose o si lavora senza una strategia dietro di essa, Google penalizzerà quel sito e mostrarlo tra gli ultimi risultati, o anche rimuoverlo.

Se stai pensando di assumere un esperto per aiutarti con il tuo sito web o blog, è importante tenere a mente i consigli di Google sull’assunzione di un consulente freelance.

Domande di base

Per migliorare il SEO del tuo sito web per mezzo di un esperto, la cosa migliore da fare è conoscerlo bene, e soprattutto per conoscere la sua esperienza con altre marche. Un buon riferimento è quello di sapere con quale frequenza viene aggiornato, frequenta corsi o partecipa a discorsi relativi all’argomento.

Google ha sviluppato un elenco di domande da porre in un colloquio di lavoro prima di assumere un professionista SEO. Vi raccomando di tenerne conto nella selezione di un candidato:

  • Può mostrarvi esempi del suo lavoro e condividere la sua esperienza con altri clienti?
  • Segue le linee guida di Google Webmaster?
  • Offrite servizi di marketing online o consigli per completare il business di ricerca biologica?
  • Che tipo di risultati vi aspettate di ottenere e in quale lasso di tempo, come misurate il corretto funzionamento del sito?
  • Qual è la sua esperienza nel settore in cui opera la sua azienda?
  • Che esperienza avete nel paese e nella città in cui opera la vostra azienda?
  • Quali sono le più importanti tecniche di ottimizzazione utilizzate?
  • Da quanto tempo è attivo in questo settore?
  • Come comunichereste con loro, vi informeranno di tutte le modifiche apportate al sito e vi daranno informazioni dettagliate sulle loro raccomandazioni e le loro giustificazioni?

L’intervistatore potrebbe non sapere nulla sul posizionamento SEO. Tuttavia, vedrete come il candidato affronta queste domande, e sarete in grado di valutare se lui o lei è quello giusto.

Si raccomanda di essere disposti a fornire regolarmente informazioni sul proprio lavoro, di conoscere bene il settore e, come ho già detto, di essere disposti a tenere il passo con la propria formazione.

6 Suggerimenti secondo Google

  • Alcuni esperti di SEO non etici hanno danneggiato l’industria con strategie aggressive e tentativi di manipolare i risultati dei motori di ricerca illegalmente.
  • Pratiche che violano le linee guida dei motori di ricerca possono influenzare negativamente la presenza di un sito su Google o addirittura causarne la rimozione dai motori di ricerca.

Quando si assume un consulente SEO, Google fornisce una serie di suggerimenti importanti che tutti i marchi dovrebbero prendere in considerazione prima del lancio. Questi sono suggerimenti che non devono essere dimenticati o trascurati:

  • Prestare attenzione alle aziende di posizionamento SEO e società di consulenza o agenzie web che inviano SPAM costantemente.
  • Nessuno può garantirti il primo posto nella classifica di Google, figuriamoci perennemente.
  • Diffida di un’azienda che è segreta o che non spiega chiaramente le sue intenzioni.
  • Non dovrebbero mai costringere l’utente a collegarsi ai loro siti. Se non è rilevante per il vostro settore, può anche finire per essere negativo.
  • Scegli con buon senso, non lasciarti guidare da tecnicismi e anglicismi. Un buon consulente SEO saprà come spiegare tutto in modo semplice.
  • Assicurati di capire cosa hanno intenzione di fare con i soldi.ConclusioneCome ultimo consiglio, vi consiglio che se state pensando di assumere uno specialista SEO, prendetevi il tempo di leggere le informazioni che Google fornisce su questo settore.

    Non c’è bisogno di sapere tutto su SEO, ma avere qualche conoscenza vi aiuterà a fare un colloquio approfondito.

    Lavorare sul SEO del tuo sito web è molto importante per ottenere un buon risultato nelle ricerche di Google e che gli utenti possono trovare voi. Se ti piacciono i tuoi contenuti, possono essere passati dagli utenti ai clienti.

Le migliori Acconciature da sposa con velo

Cosa potrebbe essere più importante per una futura sposa della scelta di un abito da sposa? La scelta dell’acconciatura!
Nel grande giorno in cui tutte le spose vogliono sentirsi belle, uniche, eleganti e impressionanti, l’acconciatura è un elemento chiave per raggiungerlo.

Se non vuoi scegliere tra una bella pettinatura o un velo nel giorno più importante della tua vita, abbiamo buone notizie per te: puoi averle entrambe.

Ci sono un sacco di acconciature che possono essere combinate perfettamente con un velo, e che si adattano bene anche senza di esso quando lo tolgono per mangiare e ballare.

Da scelte affascinanti, a capelli mossi, passando attraverso ideali semi-raccolti. Per tutte le lunghezze e trame di capelli. Devi solo scegliere quello che ti piace di più, in base al tuo tipo di velo. E su trendfashion.it trovi mille idee!

Capelli corti ricci con fiore

 Capelli corti ricci con fiore

Un’acconciatura semplice, ma sofisticata per spose con i capelli corti. Se i tuoi capelli sono ricci o lisci, puoi ottenere facilmente questo risultato creando onde e fissandole. La linea va da un lato, raccogliendo la parte più breve dietro l’orecchio e la parte più lunga che cade delicatamente di lato.

Un fiore naturale nei capelli accentua la naturale bellezza della tua pelle e trasforma qualsiasi acconciatura semplice in un elegante e lussuoso. E può anche essere combinato con un lungo velo posto in alto, appena dietro il fiore in modo da non coprirlo.

High wavy bun

 Bride with high wavy bun

Un chignon è un’acconciatura da sposa senza tempo. Anche se la crocchia bassa è una pettinatura più tradizionale, se sollevi la crocchia dalla nuca alla corona, puoi usare un velo appena sotto. Questa acconciatura è meglio con un lungo velo, e quindi si può facilmente rimuovere per rimanere solo con l’acconciatura.
Ti consiglio di lasciare qualche ciocca di capelli ondulati ai lati del viso per bilanciare il tulle.

Chignon con fascia e velo

 Chignon con fascia e velo

Questo look è la prova che puoi indossare un lungo velo, archetto e orecchini lunghi, senza il rischio di sovraccaricare il look con accessori
L’importante è che ti assicuri che ogni pezzo sia minimalista e che tutti i pezzi non competano per risaltare.

Per questo, l’acconciatura ideale è uno chignon o un panino basso, con la striscia al centro e il volume nella parte superiore. Il velo è posto proprio dove inizia il panino, ed è meglio usare un lungo velo con una caduta.

Riccioli laterali con velo corto a forma di gabbia per uccelli

 Acconciatura per velo con arricciature laterali

Se pensavi che il velo corto fosse solo per i pickup, ti sbagli molto. In questo look puoi vedere come combinare un velo a gabbia per uccelli con lunghi capelli sciolti, raccolti leggermente sul lato opposto.

I capelli dovrebbero essere arricciati, in modo che il velo possa essere fissato senza problemi. Non è conveniente lasciare ciocche sciolte attorno al viso, né cercare spose con la frangia, poiché il velo sarebbe stato rimosso.

Single semi-raccolti

 Sposa con semi-raccolti semplici

Se non vuoi avere i capelli sciolti, ma non vuoi neanche un pickup formale, consiglio questo pickup semi-semplice, con striscia laterale, con un piccolo cardare in cima e unire i trefoli nella parte posteriore, sotto il velo.

La cosa buona di questo taglio di capelli è che può essere fatto in capelli lunghi, medi e corti, e funziona per veli lunghi e corti. È molto versatile, e il risultato è molto naturale.

Collezione sofisticata

 Collezione sofisticata

Un’acconciatura classica e sofisticata che non manca mai, viene raccolta in alto con i lati tirati indietro e la parte di su delicatamente cardato. La collezione è all’altezza perfetta in modo che il velo di tulle possa essere tenuto in cima, e può anche essere tenuto con una bella spilla per farlo sembrare. E quando viene rimosso, vedrai ancora di più la bella raccolta. Il design della collezione può essere quello che vuole la sposa.

Raccolto su un lato con un velo corto

 Sposa con un lato raccolto con un breve velo

Mi piace come questa sposa abbia combinato una crocchia casual con un velo corto come una gabbia per uccelli. Se guardi da vicino, vedrai che raccoglie i capelli con una treccia sottile su un lato, emulando una fascia.

Questa acconciatura è perfetta per le spose con capelli lisci, dal momento che è necessario che non aggiunga troppo volume, dal momento che lo lasciamo al velo pompato.

Classico raccolto per capelli lunghi

 Classico raccolto per capelli lunghi

Femminile e molto sofisticato, questo look tradizionale avvolge i grandi raccolti e grandi con un semplice velo a cascata.
Non adatto per i capelli corti. Senza dubbio la chiave è nel volume della raccolta.

Se l’arco è troppo sottile o troppo sottile, l’effetto non sarà lo stesso, e il velo non sembrerà così tanto.
Il velo perfetto sarebbe di media lunghezza, né corto né molto lungo.

Acconciatura vintage

 Acconciatura vintage per fidanzata

Prova l’acconciatura glamour delle dive degli anni ’50 con onde sciolte e una frangia fasciata che incornicia il tuo viso. Un velo corto è l’aggiunta perfetta allo sguardo, ma non sul viso, ma sul lato dietro l’orecchio.
Questa acconciatura è molto versatile, in quanto può essere utilizzata per capelli corti, medi e lunghi.

Collezione intrecciata con fiori e velo nascosto

 Collezione intrecciata con fiori e velo nascosto

Le collezioni intrecciate sono molto lusinghiere, e la prova di questo è l’acconciatura, in cui una cardatura è combinata nel parte superiore, ciocche che cadono ai lati del viso e trecce sui lati che raccolgono i capelli per formare un fiocco basso, decorato con piccoli fiori bianchi.
Sotto la crocchia, quasi nascosta, emerge il velo di tulle che si estende verso le spalle.

Acconciatura allentata e ondulata con coperta

 Acconciatura allentata e ondulata con coperta

Less is more, e in questo caso questa premessa è soddisfatta. L’acconciatura è il più semplice possibile per dare tutta la prominenza al velo, una bella mantiglia che copre tutti i capelli. Le onde morbide sono responsabili di dare movimento e consistenza all’acconciatura.

Velo integrato nella collezione

 Velo integrato nella collezione

Un’altra opzione molto popolare è quella di integrare il velo nella collezione, piegandolo per adattarlo alla forma della testa, e che è allentato intorno al panino. Il velo in questo caso deve essere molto sottile e leggero, in modo che non cada per il peso.

L’acconciatura per questo look è molto semplice, tutti i capelli sono pettinati all’indietro e raccolti in una crocchia bassa, ma con volume. Il velo con strass o qualche dettaglio è perfetto in questo caso.

Psicoterapeuta EMDR Torino – Trattamento EMDR

Con le iniziali EMDR (in inglese “Eye Movement Desensitization and Reprocessing”), viene designata una tecnica che cerca il ritrattamento e la desensibilizzazione attraverso i movimenti oculari.

EMDR è un nuovo approccio terapeutico che abbiamo sviluppato presso lo StudioNtc di Torino che viene utilizzato principalmente per il trattamento di persone che hanno subito eventi traumatici; e che, inoltre, è molto efficace lavorare con qualsiasi problema psicologico o con diversi stati emotivi negativi.

Un evento traumatico è un evento negativo, le cui conseguenze possono influenzare l’integrità fisica o psicologica e che producono i seguenti sintomi nel paziente: irritabilità, rabbia, ansia, depressione o tristezza, disturbi del sonno e flashback.

Il trattamento EMDR consiste in una tecnica che consente di superare rapidamente ed efficacemente un trauma. Secondo Francine Shapiro (ideatore del metodo) “… le osservazioni cliniche indicano che focalizzarsi sul trauma durante il trattamento che rende lo specialista EMICOLOGICO PSICOLOGO facilita la risoluzione adattativa dei ricordi ad esso correlati , che può comportare un’ampia modifica di cognizioni, emozioni e comportamenti. “

Applichiamo questa terapia da diversi anni e con ottimi risultati questo trattamento rivoluzionario.
E l trattamento EMDR Torino può essere applicato a persone che seguono:

cosa succede durante l’applicazione della terapia EMDR? Il trattamento EMDR combina elementi teorico-clinici di orientamenti come psicoanalisi, cognitivo-comportamentale, gestalt, tra gli altri

In la terapia eseguita dal terapeuta lavora con il paziente per identificare un problema specifico che sarà al centro del trattamento. Pertanto, inizia con un’approfondita analisi e valutazione della persona a partire dal problema da trattare, per capire perché e come si sono verificati questi problemi. Una volta identificate le situazioni vissute dalla persona, che sono la causa del loro problema, iniziano a elaborare tali eventi. Il paziente descrive questi incidenti e insieme al terapeuta identificano e selezionano i loro aspetti più importanti.

Per elaborarli ed elaborarli, viene usata una stimolazione bilaterale che attiva i due emisferi cerebrali, ottenendo così che l’intera mente partecipi al problem solving.

La stimolazione bilaterale eseguita nella terapia EMDR può essere: a) visiva (il paziente sposta gli occhi da un lato all’altro guidati dal terapeuta); b) uditivo (il paziente ascolta suoni alternati in entrambe le orecchie) c) cinestetico (il terapeuta picchietta delicatamente e alternativamente sulle mani o sulle spalle del paziente). Ciò facilita la connessione tra i due emisferi cerebrali, ottenendo l’elaborazione delle informazioni e la riduzione del carico emotivo. Durante l’esecuzione di questa stimolazione bilaterale, il paziente consente alla sua mente di lavorare liberamente e senza interferenze nella risoluzione del disagio, con il supporto e la guida di PSYCHOLOGIST EMDR . Nelle parole di Francine Shapiro, questo produce: a) una riduzione dei sintomi; b) un cambiamento nelle credenze ec) la possibilità di funzionare meglio nella vita di tutti i giorni. “

EFFICACE PER LA RISOLUZIONE DEI SINTOMI, TRAUMA E CONFLITTO

Grazie a questo modello terapeutico gli EMDR PSYCHOLOGISTS di Torino hanno raggiunto la desensibilizzazione di situazioni traumatiche producendo una sincronizzazione degli emisferi cervello, che causa la rielaborazione dell’informazione, l’eliminazione del disagio e di conseguenza la scomparsa della sintomatologia.

Questa terapia è un approccio che consente a l’EMDR PSYCHOLOGIST stimolano i meccanismi di guarigione intrinseci alla persona. Questo trattamento attiva il sistema di elaborazione delle informazioni del cervello, i meccanismi emotivi e le componenti fisiche e fisiologiche. La tecnica EMDR si concentra direttamente su queste sensazioni fisiche, emozioni e credenze negative associate al sintomo che disturbano il paziente e li aiutano a elaborare. 

Nella savana dei social media sei leone o gazzella?

Che tu sia un’azienda, un libero professionista o un artista, l’importanza di essere presente almeno sui principali social network è ormai assodata, per non dire scontata. Si rivela meno banale trovare un modo per acquisire su queste piattaforme la visibilità che ogni attività si merita.

O meglio trovare un sistema per sfruttare al massimo queste pagine social per ottenere la tanto agognata notorietà. La competizione è elevatissima, un po’ in tutti i settori ormai, e , possiamo dirlo, si tratta di una guerra senza esclusione di colpi.

Dietro la promozione della maggior parte delle aziende o degli artisti che compaiono per primi sui social ci sono spesso degli investimenti economici considerevoli e la realizzazione e gestione di campagne online e offline di enorme portata.

Nel settore musicale e in quello cinematografico uno dei canali social più usati è Youtube, la famosa piattaforma di streaming video nata nel 2005 ed acquisita da Google nel 2009.

Su Youtube vengono riposte le speranze di decine di migliaia di cantanti, musicisti, registi e attori (dagli esordienti a quelli di fama internazionale) e spesso dall’esito dei video che lì verranno pubblicati dipendono i loro destini professionali, quindi come già detto la competizione e gli investimenti pubblicitari sono elevatissimi.

Lo stesso discordo vale per Facebook, dove però cambiano i protagonisti: tra i principali creatori di pagine social (non di profili privati) ed investitori troviamo soprattutto le aziende, realtà commerciali appartenenti a vari settori che si contendono i clienti a suon di fans e di likes sui propri post.

Un’altra piattaforma molto famosa, anzi divenuta ancora più famosa recentemente in seguito al suo acquisto da parte di Facebook, è Instagram. I personaggi che più cercano di rendere Instagram un trampolino per il proprio successo sono in questo caso in particolare i vip e gli aspiranti tali.

Infine come non citare almeno al volo Twitter, uno dei più vecchi social media, reso celebre dalla caratteristica brevità dei messaggi postabili (attualmente 280 caratteri), che però negli anni ha saputo guadagnarsi un numero di utenti piuttosto consistente. Un’ audience fatta perlopiù di giornalisti, di impiegati nel terzo settore, quello dei servizi, e in ambito culturale. Anche loro, manco a dirlo, tutti fortemente motivati ad ottenere popolarità per sé o per i messaggi che intendono diffondere.

Ma come si muovono su questi social media tutti costoro per raggiungere una fetta di pubblico sempre più ampia e sbaragliare la concorrenza? Come dicevamo è una sorta di guerra dove nessuno risparmia mezzi ed energie.

Si va dalla richiesta effettuata personalmente ad amici, parenti e conoscenti per elemosinare qualche like o follower, all’acquisto di segnali sociali tramite agenzie specializzate come Viralmarket, passando per le campagne organiche rese possibili dagli stessi social networks.

Ognuno di questi advertiser predilige l’uno o l’altro metodo oppure ne usa vari, quello che conta è che come nel celebre (lui si) aneddoto del leone e della gazzella che ogni mattina si alzano e iniziano a correre, anche nel social media marketing tutti i giorni milioni di marketer corrono, inseguendo speranze di successo.

Autore: Andrea Vittorini

SCIENZA E PSEUDOSCIENZA : Principali differenze

 

CAPIRE LA SCIENZA :
1. L’atteggiamento antiscientifico nella società;
2. La scienza è attendibile;
3. La scienza non è infallibile;
4. Scienza, metafisica e valori;
5. Il ruolo dell’esperimento e della teoria nella scienza;
6. Rapporto tra scienza e fede.


LE DIVERSE INTERPRETAZIONI DELLA SCIENZA :
Empirismo, positivismo, operazionismo, strumentalismo, idealismo, solipsismo, realismo.


SCIENZA E PSEUDOSCIENZA

Il principale luogo comune in www.lisoladeitesori.com afferma: ”La scienza non accetta l’esistenza dei fenomeni che non riesce a spiegare “. La verità è molto diversa: “La scienza non riesce a trovare alcun vero fenomeno paranormale da spiegare “. Infatti le discipline scientifiche non solo accettano, ma addirittura ricercano continuamente l’esistenza di nuovi fenomeni, i quali ovviamente, essendo nuovi, non possono essere già spiegati; se così non fosse, non ci sarebbe stato il progresso scientifico e l’uomo sarebbe rimasto alle conoscenze di migliaia d’anni fa, come i cultori dell’astrologia.
Non ha assolutamente alcun senso spiegare un fenomeno che non è stato osservato: sarebbe come cercare di spiegare come fanno le mucche a volare senza avere le ali. Prima si osserva un fenomeno e poi se ne cerca la spiegazione; prima di costruire una teoria che spieghi il volo delle mucche senza ali, sarebbe sensato osservarne almeno una che voli davvero.
Invece, dopo più di cento anni di osservazioni nel campo della parapsicologia, quello che manca ai fenomeni paranormali non è una spiegazione, ma una prova della loro esistenza. La telepatia, la psicocinesi o la chiaroveggenza non sono fenomeni inspiegabili, sono più banalmente non-accaduti, sotto controllo, in presenza cioè di prestigiatori e scienziati esperti.

Esiste uno strumento concettuale semplice – un’insieme di proprietà – per distinguere tra le teorie pseudoscientifiche e le teorie scientifiche; l’esame dell’elenco che segue consente di cogliere la differenza tra ciò che è scientifico e ciò che è superstizione priva di fondamento:
1. Il metodo scientifico, nato nel 1600, è sperimentale: adotta il concetto di causa – effetto. (prova e controprova). Invece tutte le pseudoscienze paranormali adattano i fatti alle teorie e non le teorie ai fatti, mancando appunto del concetto di controprova, che serve a stabilire se due fatti sono correlati da causa-effetto oppure no. Per esempio, una semplice controprova è in grado di dimostrare che non esiste alcuna relazione fra la posizione dei pianeti alla nascita di una persona e il destino e il carattere di essa, come non ne esiste fra un sacrificio umano e il successivo sorgere del Sole, come credevano gli antichi Aztechi.
2. Le scienze sono esplicative e predittive. L’astronomia, per esempio, può prevedere il luogo e l’istante in cui si verificherà un’eclissi o l’arrivo di una cometa grazie al calcolo dell’orbita. L’astrologia, al contrario, non prevede nulla di preciso e fa affermazioni ambivalenti o generiche: “Una cometa verrà. Prima o poi. Forse. Ma non è detto che si veda. Comunque la prossima estate farà molto caldo e i nati sotto il segno dello scorpione si confermeranno abili amatori”.
3. Nelle scienze, ma anche nel vivere civile, l’onere della prova spetta a chi fa le affermazioni. Invece nelle pseudoscienze si accetta una teoria non dimostrata finché qualcuno non riesce a provare che è falsa; anzi la si accetta anche dopo che qualcuno è riuscito a dimostrarla falsa. Per esempio, un sensitivo ribadisce la solita teoria delle mucche che volano e come prova porta una serie di testimoni; anziché presentare una mucca capace di volare sfiderà gli zoologi a dimostrare che la sua teoria è falsa, cioè che tutte le mucche non volano. Oppure il caso delle cosiddetto effetto Kirlian, che si è scoperto dipendere dalla tecnica fotografica e non dal fluido dei pranoterapeuti; nonostante ciò ancora si sostiene che le foto Kirlian sono una prova dell’emissione magica di onde positive che guariscono. Questo è il sistema di rovesciare l’onere della prova, è una truffa, un segno di mancanza di civiltà. Se lo si applicasse in magistratura per attuare il diritto, si finirebbe per condannare senza processi sulla base di accuse non dimostrate, come le streghe del medioevo.
4. Nella scienza non vale il principio di autorità: non è accettabile, senza possibilità critica, il pensiero di una certa persona-autorità sulla base del fatto che questa deve essere considerata superiore. Il moderno pensiero scientifico, nato con il metodo di Galileo Galilei, dovette scontrarsi con il principio d’autorità invocato dagli aristotelici. Nella scienza ogni divergenza di opinione va risolta non in base alla fama dei contendenti, ma in base ai risultati degli esperimenti sui fenomeni naturali. Non si crede alla forza di gravità perché l’ha detto Newton, ma perché la sua teoria è confermata dagli esperimenti. Nulla ha potuto l’incredulo Einstein contro la nascente Meccanica Quantistica, confermata dagli esperimenti. Al contrario, le pseudoscienze usano spesso il principio di autorità: l’ha detto il “Gran Maestro degli Occultisti d’Italia”, l’”Unico Messaggero del Pianeta Venere e Arconte del Terzo Raggio”, il “Divino Professore dell’Incommensurabile Collegio dei Geometri”, ecc. tutti sedicenti esperti con titoli altisonanti senza alcuna validità e che non hanno mai visto un laboratorio.
5. L’evoluzione delle scienze è determinata da una continua ridiscussione critica. L’evoluzione delle scienze è determinata da un continuo affinamento dei modelli: per esempio, la meccanica newtoniana non è stata sostituita ma estesa dalla teoria einsteiniana della relatività, così come la medicina si è evoluta dal tempo dei salassi. La pranoterapia e l’astrologia sono invece ferme da millenni; la cromoterapia – basta curarsi con la luce colorata per guarire da ogni male e vivere in eterno – era usata dagli antichi Faraoni, come sostengono a garanzia di qualità gli odierni cromoterapeuti. Oggi, si vede mai qualche Faraone in giro?

Corsi di recupero scolastici

Si possono recuperare gli anni scolastici persi e tornare così al proprio percorso di studio regolare evitando di perdere un anno, oppure proseguire fino a sostenere direttamente la maturità e conseguire il diploma. Lo studente che sceglie il servizio di recupero anni scolastici può seguire le lezioni individuali con un tutor dedicato o essere inserito in mini gruppi con altri studenti. In ogni caso gli orari delle lezioni possono essere concordati con gli allievi sulla base dei loro impegni.

Il percorso per il recupero degli anni scolastici è costruito su misura per ogni singolo allievo attraverso un test, il Multi Questionario di Studio, che serve per valutare in maniera oggettiva la capacità di apprendimento di ogni studente.

Sulla base dei risultati ottenuti tramite il test viene impostato il piano di lavoro che, con un metodo didattico personalizzato, permette di raggiungere l’obiettivo diploma senza sprechi di tempo, energia e motivazione.

La fine dell’ anno scolastico si avvicina, e per alcuni studenti e genitori è un momento stressante in quanto si trovano di fronte alla possibilità di perdere l’ anno.
Per la Dottoressa Patrizia Di Camillo , psicoterapeuta sociale che si dedica al campo educativo, questo dovrebbe essere un processo da seguire in quanto lo studente interessato può provare sentimenti come frustrazione, abbondante tristezza, angoscia su ciò che può accadere, ansia per le minacce da parte dei genitori e persino qualche episodio di depressione in cui l’ opzione del suicidio passa attraverso le loro menti.
E’ anche comune per i giovani di nascondersi in altre attività come il fumo, bere, dormire in eccesso, dove cercano di evitare la situazione,”dice lo specialista per il quale dovrebbe essere chiaro che non tutte le persone reagiscono allo stesso modo.

Come riceverli

Avere un atteggiamento di ascolto. Tenete a mente che tutti hanno commesso errori e sentito “ti ho detto così”.

Non minacciate di rimuoverli dallo studio, ma cercate subito una scuola, soprattutto se lo studente sceglie perché a volte l’ ambiente non è favorevole.

Ci deve essere un atteggiamento riparatore da parte dello studente. Vale a dire, non una punizione in quanto tale, ma è chiaro che deve correggere questo atteggiamento. A tal fine, devono essere fissati obiettivi che siano raggiunti (meno di permessi lunghi, meno indennità, ecc. Le punizioni in cui l’ intera famiglia finisce colpita non lavorano, come la cancellazione delle vacanze.

Esaminare il processo di follow-up che i genitori hanno fatto ai loro figli perché a volte atteggiamenti come le chiamate scolastiche o le note non presidiate possono causare questa situazione. In questo modo, prendere misure preventive.

Una volta iniziato l’ anno scolastico

Durante le vacanze di dicembre è quasi impossibile incoraggiare lo studio, ma una volta arrivato gennaio, creare un curriculum per il tempo libero e una volta che inizia l’ anno scolastico. Non aspettatevi che il vostro bambino sia in cima alla classe perché sta ripetendo. In questa fase, perdono e dimenticanza avrebbero già dovuto essere generati. Non per mettere di nuovo in faccia quel tempo, ma per imparare da esso.

Studenti: come assumerlo e come dirlo

Si supponga di aver perso un anno scolastico e non un anno di vita.

  • Assumere con l’ apprendimento e fare un’ autovalutazione per guardare il lato positivo della situazione e continuare verso una nuova opportunità.
  • Non propensione alla diserzione accademica o alle scuole semestrali.
  • Parlare con i genitori in un momento di calma e profondo rispetto per i loro sentimenti, in quanto il padre non solo fa un investimento monetario, ma ha anche illusioni e aspettative con i suoi figli.
  • Non solo per venire con la notizia della perdita dell’ anno, ma per offrire loro soluzioni e un piano di emergenza.

Genitori: come riceverli

Avere un atteggiamento di ascolto. Tenete a mente che tutti hanno commesso errori e sentito “ti ho detto così”.

Non minacciate di rimuoverli dallo studio, ma cercate subito una scuola, soprattutto se lo studente sceglie perché a volte l’ ambiente non è favorevole.

Ci deve essere un atteggiamento riparatore da parte dello studente. Vale a dire, non una punizione in quanto tale, ma è chiaro che deve correggere questo atteggiamento. A tal fine, devono essere fissati obiettivi che siano raggiunti (meno di permessi lunghi, meno indennità, ecc. Le punizioni in cui l’ intera famiglia finisce colpita non lavorano, come la cancellazione delle vacanze.

Esaminare il processo di follow-up che i genitori hanno fatto ai loro figli perché a volte atteggiamenti come le chiamate scolastiche o le note non presidiate possono causare questa situazione. In questo modo, prendere misure preventive.

Metodo di recupero degli anni scolastici

Spieghiamo qui cinque tecniche importanti che i genitori dovrebbero applicare per aiutare i bambini a recuperare il tempo perduto:

  • 1 informarsi. Richiedere nel centro educativo le materie che saranno realizzate mensilmente per sapere quale sarà il percorso del programma scolastico.
  • 2 Suggerimenti. Propone che gli insegnanti diano la priorità alle aree della comunicazione, della logica-matematica, della scienza e della cittadinanza a livello secondario e della comunicazione e della matematica a livello primario.
  • 3 Conversare con i ragazzi. Parlate con loro delle questioni apprese e seguite il loro processo di recupero per rispettare gli impegni accademici dell’ anno.
  • 4 Video Educativi. Scegliete video didattici e giochi di ruolo che permettano di lavorare in parallelo e rinforzino i temi sviluppati in classe.
  • 5 Organizzare i vostri studi a casa. Creare un programma di ore dedicate allo studio a casa.

Promozioni a rischio

Lo specialista ha indicato che gli studenti più colpiti sono quelli della quinta classe, che quest’ anno dovrebbero consolidare le competenze e le abilità acquisite durante la fase scolastica.

Come specialisti dell’ istruzione e formatori di futuri professionisti, il nostro dovere è quello di promuovere il benessere e lo sviluppo della comunità; in questa opportunità, forniamo alternative affinché gli studenti possano recuperare le loro classi nel miglior modo possibile”.

Ciao Amigos la migliore videochat di sempre

Ciao Amigos la migliore videochat di sempreIl nome la dice lunga: ‘Ciao Amigos’ ed è la migliore videochat di sempre.
In rete di piattaforme che permettono di usufruire di una chat sono tantissime; come tante sono anche quelle che offrono la possibilità di video chattare online. In questo mare magnum di opportunità, Ciao Amigos si può dire che è il top perché offre opportunità più che valide per i suoi utenti.
E’ bene specificare che si tratta di una video chat gratuita e che vi si può accedere anche senza avere l’obbligo di pre registrarsi.
Evitando questo passaggio l’accesso è pressoché istantaneo e permette di ritrovarsi già a chattare non appena si entra all’interno della piattaforma.

Gli utenti accreditati assicurano una costante presenza online che garantisce il fatto che Ciao Amigos sia una video chat sempre popolata dove poter trovare qualcuno pronto a video chattare in qualsiasi momento.
Ciao Amigos deve la sua popolarità dal sempre più crescente numero di utenti che chattano tra loro sviluppando verticalmente la densità degli iscritti accreditati.

Tra le possibilità anche quella di accedere con il proprio profilo Facebook, quella di stabilire chi si vorrebbe conoscere (se uomo o donna), le caratteristiche che si vorrebbero trovare nella persona che si sta cercando e quella di accedere in stanze sia pubbliche che, sotto autorizzazione, in quelle private.

Su Ciao Amigos si può chattare in totale anonimato così come nella stessa modalità si può incontrare la persona che interessa conoscere. Questa piattaforma chat, totalmente gratis, nasce con lo scopo di favorire la nascita di amicizie ma anche quella di vivere dei flirt o di manifestare la propria forma di esibizionismo.
Si può scegliere la stanza nella quale entrare a seconda del proprio gusto e della propria tendenza come chat gay, chat sex e chat donne.

Sempre su Ciao Amigos puoi mostrare il tuo aspetto reale sfruttando la video chat ma anche evitare di farti vedere per alimentare il mistero che ammanta il mondo virtuale. Praticamente tutto dipende dalla volontà dell’utente che in modo totalmente scevro da condizionamenti, può liberamente dar sfogo ai propri istinti e ai propri gusti con lo scopo di crearsi una esclusiva parentesi dove staccare la spina dallo stress del vivere quotidiano.

Concludendo, Ciao Amigos è una videochat che sin dalla sua apparizione, ha catturato l’interesse di migliaia di persone che hanno apprezzato le sue linee guida e che hanno potuto realizzare incontri in videochat ma anche reali.

Asilo nido e metodo Montessori da applicare nell’educazione dei tuoi figli

Sempre più genitori sono interessati al metodo Montessori come alternativa all’educazione tradizionale per i loro figli. Molto utilizzato già in età infantile presso l’Asilo nido, il metodo è stato creato cento anni fa da Maria Montessori, la prima donna italiana laureata in medicina, che ha concepito un modo per educare i bambini con un approccio globale.

Anche se è un metodo di insegnamento, Montessori è anche una filosofia molto positiva che accompagna naturalmente lo sviluppo del bambino, quindi offriremo nove chiavi Montessori per applicarle nel giorno dell’istruzione dei tuoi figli .

Che cos’è Montessori?

La dott.ssa Montessori si è formata in diversi campi come medicina, psicologia, pedagogia, biologia, psichiatria, filosofia e antropologia, che le hanno dato una visione globale per creare il loro metodo basato su osservazioni reali dei comportamenti dei bambini .

Ricordiamo che il metodo nacque nel XX secolo in un contesto in cui i metodi pedagogici erano molto conservativi. Oggi, i principi Montessori ci sembrano ovvi, ma al tempo hanno sollevato grandi controversie a causa delle innovazioni che hanno proposto.

Negli ultimi anni abbiamo visto un boom del metodo e i suoi principi sono sempre più utilizzati in contesti educativi. Si potrebbe dire che è diventato di moda, tra le altre cose, perché è la metodologia educativa scelta per Prince George (figlio del principe William e della duchessa di Cambridge).

Le basi del metodo Montessori da applicare in educazione:

1) Promuove la loro curiosità

I bambini sono curiosi per natura. È importante, forse la cosa più importante, che i bambini si sentano motivati ​​ad apprendere. Motivazione basata sulla curiosità di conoscere il mondo che li circonda.

Dobbiamo far loro provare da soli il piacere di scoprire e imparare dalle loro scoperte invece di ricevere la conoscenza degli altri. Mantenere il motore della curiosità in esecuzione sempre ti permetterà di scoprire e assimilare i concetti in modo naturale.

Quindi, come genitori, il nostro compito sarà di incoraggiare la loro innata curiosità e lasciarli scoprire e imparare da soli (19659014) 2) Ricorda l’effetto spugnoso

Che “i bambini sono spugne” è uno dei principi base della filosofia Montessori, la mente che assorbe. Imparano inconsciamente, senza sapere che stanno davvero imparando così come imparano spontaneamente a gattonare, a camminare, ecc.

Imparano dalle loro esperienze, dall’esempio, dalla natura, da ciò che toccano, dalle persone intorno a loro … Ciò che interiorizzano inconsciamente passa alla coscienza sotto forma di insegnamento.

C’è solo una differenza: che la spugna ha una capacità di assorbimento limitata, mentre la mente del bambino è infinita . La conoscenza entra nella tua testa per il semplice atto di vivere.

3) Offri un ambiente preparato

Che cos’è questo ambiente preparato? Riguarda che il bambino ha bisogno di un ambiente favorevole per la sua vita. Essendo fondamentalmente un apprendimento auto-diretto da parte dello stesso bambino, senza la supervisione di un adulto, è importante offrire un ambiente che favorisca tale apprendimento.

Puoi creare a casa un angolo di gioco in stile Montessori con elementi ordinati in modo naturale non forzato, dove la ripetizione e l’armonia sono una norma in modo che egli possa scegliere quelli che più lo interessano in ogni momento. Ci deve essere spazio per il movimento e per lo sviluppo sensoriale del bambino attraverso materiali che lo invitano a scoprire .

L’ambiente preparato è basato sulla semplicità, la bellezza e l’ordine. Dovrebbero essere spazi luminosi e caldi, tra cui piante, arte, musica e libri. Ma non solo è un ambiente fisico, ma crea un ambiente familiare che consente loro di crescere con gioia.

“Semina buone idee nei bambini, anche se non li capiscono, gli anni saranno incaricati di decifrarli nella loro comprensione e farli fiorire nel tuo cuore “, Maria Montessori

4) Identifica i tuoi periodi sensibili

] I periodi sensibili sono i periodi di età in cui il bambino è più in grado di acquisire determinate abilità particolari con poco sforzo . Cioè, quando l’interesse del bambino è istintivamente focalizzato su una parte specifica del loro ambiente.

Hanno una durata limitata, non si ripetono, quindi è importante promuovere queste abilità (lingua, lettura, movimento, abilità). sociale, ordine, ecc.) al momento giusto, sfruttando al massimo le loro possibilità.

Il modo migliore per rilevare i loro periodi sensibili è osservare con attenzione i loro comportamenti, vedere quali attività si comportano ripetutamente, dove è focalizzato il loro interesse. Sulla base di ciò, rafforza l’ambiente che gli consente di sviluppare liberamente quelle abilità .

5) Promuove la sua autonomia

Molti genitori si lamentano del fatto che facciamo tutto ai bambini, che andiamo dopo di loro raccogliendo tutto, che dobbiamo vestirli e aiutarli a fare tutto. La colpa non è loro, è nostra. Senza lasciarli, gran parte di quel “lavoro” sarebbe assunto dai bambini stessi, data l’opportunità di farlo.

Come genitori, facciamo loro un grande favore se smettiamo di fare tutto per loro e li lasci essere autonomi in modo che possano crescere . Inizia stabilendo piccole responsabilità, sia personali che a casa come lavarsi i denti, sistemare la tavola, legare le scarpe …

Per sapere quando sono addestrati, è stato sviluppato un tavolo basato sulla filosofia Montessori per sapere quali compiti possono essere fare in ogni epoca.

6) Dagli la libertà di apprendere

La libertà ti consente il bambino sceglie ciò che vuole imparare in ogni momento del suo sviluppo secondo i suoi periodi sensibili di cui abbiamo parlato prima.

Dobbiamo permettere a loro di essere liberi di esplorare, giocare, muoversi e socializzare al loro ritmo . La libertà non significa dissolutezza. Facilita un ambiente in cui il bambino possa sperimentare la sua libertà all’interno di un quadro di limiti chiari che gli forniscono sicurezza e stabilità.

Abbiamo già parlato in qualche occasione dell’importanza del gioco libero nell’infanzia. Il gioco libero e spontaneo è emerso dalla curiosità e dall’iniziativa del bambino. Il gioco senza limiti o linee guida.

Ci sono indagini focalizzate sul gioco libero che assicurano che le persone che hanno tempo libero per giocare con i bambini non strutturati, diventano adulti con maggiore autostima e adattabilità.

] “Il più grande istinto dei bambini è proprio quello di liberarsi dall’adulto”, María Montessori

7) Offrirle un ambiente ordinato

L’ordine è molto importante considerando che la filosofia Montessori è basata sull’autoapprendimento. Il bambino impara da solo, quindi deve essere contenuto in un ambiente ordinato che facilita tale apprendimento.

Non stiamo parlando di un ordine ossessivo o di un ordine che controlla il bambino, ma che tutto ha il suo posto e che se hanno bisogno di qualcosa possono essere sicuri che lo troveranno in quel posto. L’ordine rende il tuo ambiente prevedibile e ti dà la sicurezza di imparare. Per dare un esempio pratico, se hai intenzione di impostare il tavolo dobbiamo sempre avere i piatti nello stesso posto a tua disposizione in modo che tu possa farlo senza aiuto.

Adatta la tua casa ai bambini . La semplicità, la pulizia degli spazi e l’accessibilità sono fondamentali per favorire lo sviluppo di un senso dell’ordine.

8) Fagli imparare dalla natura

Contatto con la natura offre tutto un mondo da scoprire e un grande parco giochi da imparare.

L’ambiente naturale è l’ambiente in cui i bambini scoprono ed esplorano liberamente senza bisogno di nient’altro, è qualcosa che non può essere sostituito dalla tecnologia. Osservano il ritmo della natura, il comportamento degli animali, gli insetti e imparano ad essere responsabili verso l’ambiente.

“Il bambino, guidato da un insegnante interiore, lavora instancabilmente con gioia per costruire l’uomo. aiuto … Così porteremo testimonianza alla nascita dell’uomo nuovo “, María Montessori

9) Guida, ma non dirigerlo

L’adulto, come genitore o come educatore, ha la responsabilità di di guidare il bambino e di rendere l’ambiente a lui noto in modo rispettoso e affettuoso. Essere un osservatore cosciente fornendo gli strumenti necessari per l’apprendimento, ma senza interferire .

Il rispetto dei loro bisogni e dei loro ritmi è basilare affinché il bambino possa svilupparsi liberamente, senza forzare o dirigere .

E ricorda che sei lo specchio in cui guardi, quindi L’esempio che dai al tuo bambino sarà interiorizzato e appreso.

Altre informazioni | Montessori.edu

Che cos’è il posizionamento SEO? Guida per principianti

Spesso scriviamo sui blog notizie sulla SEO e sui diversi aggiornamenti dei motori di ricerca, senza renderci conto che alcuni dei nostri nuovi lettori difficilmente comprendono appieno concetti come Consulente SEO o posizionamento SEO:

Che cos’è la SEO?

Definizione:

L’insieme di azioni che ci aiutano a migliorare la visibilità di un sito web nei risultati di ricerca di diversi motori di ricerca .

Il termine SEO deriva dall’inglese che si riferisce all’ottimizzazione dei motori di ricerca. È anche noto come Posizionamento Web.

In linea con questo vorremmo espandere le informazioni con l’immagine tipica di una SERP. La SERP sostanzialmente è una pagina tipica dei risultati di ricerca, praticamente uguale qualsiasi motore di ricerca utilizziamo.:

 SERP

Qui puoi vedere tre parti diverse, due riferite a SEM o Search Engine Marketing, vale a dire, Marketing nei motori di ricerca e un altro riferimento a SEO. Bene, la parte superiore e destra è SEO + PPC (Pay Per Click, , annunci che si ottengono pagando). Questo è importante, perché molte aziende credono di non aver bisogno di un esperto in Google Analytics o di un’agenzia AdWords per fare le loro campagne, dato che alla fine si tratta di mettere soldi e apparire, e qui si perde un sacco di soldi, eccetto Google per una corretta gestione delle campagne che finisce per influenzare te, la tua competizione e tutti quelli che giocano in quella puntata.

Come puoi vedere la SEO si estende in molti campi e dopo aver ascoltato il video per capire un po ‘di più il concetto possiamo iniziare a vedere la descrizione dei termini che abbiamo dato all’inizio dell’articolo di un più ampiamente, lo ricordiamo ancora:

SEO è l’insieme di azioni che ci aiutano a migliorare la visibilità di un sito web nei risultati di ricerca di diversi motori di ricerca.

Cosa intendiamo qui come motori di ricerca? Comprendiamo Google, Bing, Yahoo, Yadex … qui puoi vedere le informazioni di altri motori di ricerca oltre a Google.

La risposta a questa domanda è NO, NON ci riferiamo SOLO ai grandi motori di ricerca in quanto tali, dal momento che c’è anche SEO per posizionare i video su Youtube, SEO su Apple Store, SEO su Google News … ognuno di questi algoritmi di ricerca ha le proprie regole, limitazioni e considerazioni.

Per esempio sul thread SEO di Google News, nel discorso della SEO Clinic che È successo a Barcellona, ​​l’anno scorso, dove hai parlato di SEO nei media che potevi sentire da Pedro Martinez, al 28 ° minuto un’interessante spiegazione del SEO in Google News, vi lascio anche il video:

Che cosa è di base in SEO?

Nel SEO riferito ai grandi motori di ricerca, più esattamente nel riferimento a Google che è quello che governa tutti noi che ci guadagniamo da vivere con questo, Ci sono tre punti base deve essere preso in considerazione:

Titolo

Contenuto

Collegamenti

Oggi questi tre punti sono fondamentali per fare SEO. Sia il TITOLO che il CONTENUTO richiedono un’analisi terminologica per sfruttare al massimo la sua funzione. Studia bene i termini che la maggior parte delle ricerche ha o termini di una parola o più. Per analizzare la rilevanza dei vari termini c’è uno strumento online molto utile chiamato SEMRUSH.

Oltre allo studio della terminologia, è essenziale fare un SEO corretto su Page . Il SEO su Page è l’ottimizzazione del contenuto della pagina per ottenere un buon posizionamento dello stesso. C’è un articolo di Xavier Viguer, SEO di posicionamientoweb.cat che li spiega, qui: Seo On Page. Oltre ad ottimizzare il contenuto è importante, mi dispiace è IMPORTANTE! pubblicare contenuti di qualità. Il contenuto di qualità è di base perché fa molto lavoro per te, come per esempio l’ultimo punto:

Link o Linkbuilding

I link per oggi oltre a una delle armi più pericolose di SEO è uno dei più potenti. Avere una corretta gestione dei collegamenti del proprio sito Web è fondamentale in una strategia di posizionamento. È molto importante avere un grande volume di link di marca, o link che menzionano il nome del tuo sito web e link generici, digitare “clicca qui” “qui” “maggiori informazioni” … con cui giocare per generare per generare collegamenti con le parole chiave che ti interessano nel posizionamento. Questo è fondamentale perché se hai un negozio di scarpe e tutti i tuoi link sono con la parola scarpe, è SICURO che Google ti penalizzerà, prima o poi, e tutta la tua strategia di posizionamento web o SEO sarà una carta bagnata.