Come trovare un buon perito SEO

Come trovare un ottimo perito SEO secondo Google

Ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca, soprattutto su Google, è quello che tutti noi vogliamo quando lanciamo un sito web o un blog. Dopo tutto, per raggiungere gli obiettivi di un sito, qualunque essi siano, abbiamo bisogno che gli utenti ci trovino.

Ottimizzare il tuo sito web e lavorare con un consulente perito SEO è una parte fondamentale per permettere ai motori di ricerca di indicizzare il tuo sito web in una buona posizione ed essere quindi trovati facilmente dagli utenti nelle loro ricerche www.francodane.it.

Tuttavia, nonostante l’importanza di migliorare la SEO, è molto difficile tenere il passo con le tendenze di posizionamento. Ecco perché molte agenzie web assumono consulenti SEO ed esperti per guidarli in questo campo in evoluzione.

Google, consapevole di questa esigenza da parte dei brand, fornisce i propri consigli nella Guida alla Console di Ricerca con cui trovare un buon freelance compreso nel SEO.

SEO è qualcosa che amo e dobbiamo mettere un sacco di valore. Oggi vi presento quindi una sintesi dei punti chiave da tenere a mente.

Perché dovreste avere un consulente SEO nella vostra azienda?

Prima di approfondire come trovare e assumere un consulente SEO professionale, penso che si dovrebbe sapere esattamente che cos’è il SEO e quali sono i suoi benefici.

  • SEO è posizionamento nei motori di ricerca o ottimizzazione dei motori di ricerca. Cioè, è il processo di migliorare la visibilità di un sito web nei risultati organici dei diversi motori di ricerca. Google, il motore di ricerca più popolare, tiene conto di molti aspetti all’interno di un sito per decidere la sua posizione per le ricerche correlate.
  • Ci sono due termini che riassumono bene tutto ciò che Google prende in considerazione per posizionare un sito web: autorità e rilevanza.
  • Autorità: Si riferisce a tutte le tecniche che migliorano la popolarità di un sito web: linkbuilding, strategia di social networking, newsletter, ecc.
  • Pertinenza: si riferisce alla qualità dei contenuti. Se quando un utente effettua una ricerca di parole chiave relative al tuo sito, il tuo contenuto è migliore di quello della concorrenza, il tuo sito sarà posizionato meglio.
  • Lavorare al SEO del tuo sito web è il modo migliore per gli utenti di trovarti attraverso le ricerche. E ‘importante che il consulente esperto nel posizionamento SEO (freelance o interno) che si sceglie conosca bene le tecniche e gli sviluppi del settore.Le azioni relative alla SEO mostrano i loro risultati a medio termine, in quanto richiedono tempo per produrre i loro effetti. Se non è un buon professionista che si sceglie, il tuo sito web può essere danneggiato, e non si rendono conto fino a quando un considerevole periodo di tempo è passato.

Compiti del perito SEO

  • Tra i suggerimenti che Google dà da prendere in considerazione quando si assume un consulente SEO esperto nel settore, ha sviluppato un elenco di compiti che questo professionista dovrebbe svolgere.A seconda della situazione di ogni marchio e del suo sito web, l’elenco può essere più o meno esteso, ma queste sono le azioni che Google ritiene essenziali:
  • Revisione del contenuto e della struttura del sito: lo specialista SEO non deve essere quello che scrive i contenuti, ma quello che li rivede per vedere che sono orientati verso gli obiettivi SEO. Si dovrebbe anche controllare il codice del sito web o blog.
  • Assistenza tecnica nello sviluppo di siti web: Conoscendo le tendenze in SEO, si dovrebbe essere in grado di consigliare su hosting, reindirizzamenti, pagine di errore, l’uso di JavaScript, ecc.
  • Ricerca sulle parole chiave: è lui che deve conoscere le parole chiave più ricercate, la concorrenza, l’evoluzione di ciascuna di esse, ecc. e le possibilità dell’azienda di posizionarsi.
  • Collaborazione nello sviluppo dei contenuti: Non sei tu a dover sviluppare alcun tipo di contenuto, ma devi aiutare nella strategia delle parole chiave da usare.
  • Gestione delle campagne di sviluppo del business online: se il marchio sta per lanciare una campagna pubblicitaria, ad esempio banner su altri siti, il consulente professionale SEO deve gestire le landing page, i siti in cui si trovano, la rilevanza dei clic, ecc.
  • Esperienza in mercati e regioni geografiche specifici: la SEO deve essere lavorata nell’ambito di ciascun marchio. Pertanto, l’esperto responsabile dovrebbe essere quello che conosce bene la situazione del mercato in questo settore e la concorrenza diretta, in termini di parole chiave e posizionamento.
  • Formazione SEO: oltre al resto dei compiti, l’esperto assunto deve essere impegnato ad essere sempre aggiornato e consapevole dei cambiamenti nell’algoritmo di Google.

Suggerimenti su Google per trovare un consulente SEO professionale

Il motore di ricerca di Google è in continua evoluzione per garantire i migliori risultati in ogni ricerca. Pertanto, fornisce tutti i tipi di strumenti e consigli ai webmaster di ogni pagina web, in modo che possano utilizzarli e ottimizzare i loro siti.

Assumere un esperto o avere i servizi di un consulente freelance SEO è una decisione molto importante che può migliorare un sito e risparmiare tempo, anche se è anche un rischio se il professionista non ha abbastanza esperienza.

Se si utilizzano tecniche dannose o si lavora senza una strategia dietro di essa, Google penalizzerà quel sito e mostrarlo tra gli ultimi risultati, o anche rimuoverlo.

Se stai pensando di assumere un esperto per aiutarti con il tuo sito web o blog, è importante tenere a mente i consigli di Google sull’assunzione di un consulente freelance.

Domande di base

Per migliorare il SEO del tuo sito web per mezzo di un esperto, la cosa migliore da fare è conoscerlo bene, e soprattutto per conoscere la sua esperienza con altre marche. Un buon riferimento è quello di sapere con quale frequenza viene aggiornato, frequenta corsi o partecipa a discorsi relativi all’argomento.

Google ha sviluppato un elenco di domande da porre in un colloquio di lavoro prima di assumere un professionista SEO. Vi raccomando di tenerne conto nella selezione di un candidato:

  • Può mostrarvi esempi del suo lavoro e condividere la sua esperienza con altri clienti?
  • Segue le linee guida di Google Webmaster?
  • Offrite servizi di marketing online o consigli per completare il business di ricerca biologica?
  • Che tipo di risultati vi aspettate di ottenere e in quale lasso di tempo, come misurate il corretto funzionamento del sito?
  • Qual è la sua esperienza nel settore in cui opera la sua azienda?
  • Che esperienza avete nel paese e nella città in cui opera la vostra azienda?
  • Quali sono le più importanti tecniche di ottimizzazione utilizzate?
  • Da quanto tempo è attivo in questo settore?
  • Come comunichereste con loro, vi informeranno di tutte le modifiche apportate al sito e vi daranno informazioni dettagliate sulle loro raccomandazioni e le loro giustificazioni?

L’intervistatore potrebbe non sapere nulla sul posizionamento SEO. Tuttavia, vedrete come il candidato affronta queste domande, e sarete in grado di valutare se lui o lei è quello giusto.

Si raccomanda di essere disposti a fornire regolarmente informazioni sul proprio lavoro, di conoscere bene il settore e, come ho già detto, di essere disposti a tenere il passo con la propria formazione.

6 Suggerimenti secondo Google

  • Alcuni esperti di SEO non etici hanno danneggiato l’industria con strategie aggressive e tentativi di manipolare i risultati dei motori di ricerca illegalmente.
  • Pratiche che violano le linee guida dei motori di ricerca possono influenzare negativamente la presenza di un sito su Google o addirittura causarne la rimozione dai motori di ricerca.

Quando si assume un consulente SEO, Google fornisce una serie di suggerimenti importanti che tutti i marchi dovrebbero prendere in considerazione prima del lancio. Questi sono suggerimenti che non devono essere dimenticati o trascurati:

  • Prestare attenzione alle aziende di posizionamento SEO e società di consulenza o agenzie web che inviano SPAM costantemente.
  • Nessuno può garantirti il primo posto nella classifica di Google, figuriamoci perennemente.
  • Diffida di un’azienda che è segreta o che non spiega chiaramente le sue intenzioni.
  • Non dovrebbero mai costringere l’utente a collegarsi ai loro siti. Se non è rilevante per il vostro settore, può anche finire per essere negativo.
  • Scegli con buon senso, non lasciarti guidare da tecnicismi e anglicismi. Un buon consulente SEO saprà come spiegare tutto in modo semplice.
  • Assicurati di capire cosa hanno intenzione di fare con i soldi.ConclusioneCome ultimo consiglio, vi consiglio che se state pensando di assumere uno specialista SEO, prendetevi il tempo di leggere le informazioni che Google fornisce su questo settore.

    Non c’è bisogno di sapere tutto su SEO, ma avere qualche conoscenza vi aiuterà a fare un colloquio approfondito.

    Lavorare sul SEO del tuo sito web è molto importante per ottenere un buon risultato nelle ricerche di Google e che gli utenti possono trovare voi. Se ti piacciono i tuoi contenuti, possono essere passati dagli utenti ai clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *